| Collegati

IPSIA Giuseppe Magni

IPSIA Giuseppe Magni
Via G. Marconi, 8
tel. 0163 22227 – fax 0163 26922
e-mail: ipsia-magni@iis-lancia.it

Visualizzazione ingrandita della mappa

 

LA STORIA

Nell’A.S. 1959/60 la scuola tecnica si trasforma in Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato; al corso per Tessitori si aggiunge quello di Congegnatore Meccanico.

Nel 1933 la Manifattura Lane di Borgosesia dona al Comune dei terreni per costruire un fabbricato scolastico, destinato ad ospitare le Scuole Industriali e Tecniche per la formazione di maestranze qualificate.

Intitolato all’industriale Giuseppe Magni già da tale data, nel 1942 l’Istituto si trasforma in Regia Scuola Tecnica Industriale, con specializzazione per Tessitori e Filatori e con annessa la Scuola Secondaria di Avviamento Professionale.

Nell’A.S. 1964/65 nasce il corso per Elettricista Installatore ­ Elettromeccanico.

Nell’A.S. 1967/68 terminano le attività del corso Tessitori.

Nell’A.S. 1974/75 l’Istituto si arricchisce del corso Apparecchiatore elettronico.

Nell’A.S. 1985/86 entra a regime il “Progetto ’92″, che stabilisce una riforma radicale di impostazione e di programmi. Il nuovo ordinamento prevede un iter formativo triennale, che si articola in un biennio unitario e in un monoennio, cioè un terzo anno di specializzazione per l’acquisizione della qualifica; al termine del terzo anno l’alunno consegue il Diploma di qualifica professionale di primo livello e può optare per l’inserimento nel mondo del lavoro o per il proseguimento degli studi per altri due anni, conseguendo in quest’ultimo caso il Diploma Quinquennale di Stato e, contestualmente, un Diploma regionale di specializzazione di secondo livello. Il Diploma Quinquennale di Stato è in tutto equivalente a qualsiasi altro diploma di scuola secondaria di secondo grado e consente l’accesso a qualsiasi facoltà universitaria.

Con il “Progetto `92″ alle discipline con finalità formative vengono riservate ventidue ore nel biennio e tredici nel terzo anno, mentre alla professionalità di base sono destinate quattordici ore di area di indirizzo nel biennio e ventitré nel terzo anno. E’ inoltre introdotta un’area di approfondimento di quattro ore, da utilizzare soprattutto nel primo anno per interventi di recupero e di sostegno, e negli ultimi due anni per approfondimenti professionali specifici.

Nell’a.s. 1997/98 si avviano le attività del corso Operatore della moda.