| Accedi

Le nostre sedi

Il territorio in cui si colloca l’Istituto di Istruzione Superiore Tecnica e Professionale “Vincenzo Lancia” è caratterizzato da un fitto tessuto produttivo, fatto di medie e piccole industrie con relativo indotto. Una realtà socio-economico che necessita di un’istituzione scolastica dinamica e attenta ai processi di innovazione tecnologica e economica del terzo millennio.

In Valsesia si registra una delle più alte concentrazioni d’Italia di industrie metalmeccaniche, dell’abbigliamento e tessili. Le fabbriche di rubinetterie e di valvolame, alcuni opifici lanieri di fama internazionale rappresentano una grande possibilità di impiego per giovani adeguatamente preparati alle sfide della globalizzazione, senza dimenticare la valorizzazione delle tradizioni produttive di alta qualità.

In tale contesto diventa fondamentale formare figure professionali preparate sul piano tecnico e qualificate per l’inserimento nella realtà produttiva locale. È altrettanto importante puntare al possesso di forti competenze di base che rendano ogni studente in grado di imparare per tutta la vita, come le indicazioni europee ormai indicano imprescindibile obiettivo dei sistemi dell’istruzione del XXI secolo. Unendo a tutto ciò una conoscenza diretta della tradizione locale e della storia industriale.

Quando Il 1° settembre 2000 l’Itis Lirelli e l’Ipsia Magni furono riuniti in un unico “I.I.S. – Istituto di Istruzione Superiore”, si è posta la premessa a coniugare sotto una sola regia, in un contesto di Istituto scolastico dotato di Autonomia, l’offerta formativa da proporre ai giovani, e al contempo un interlocutore unico per la realtà imprenditoriale valsesiana.

La intitolazione – nel 2008 – dell’I.I.S. a VINCENZO LANCIA rappresenta un chiaro segnale dell’ispirazione a cui l’Istituto intende riferirsi: quello di una passione forte per la tecnica, la stessa passione che portò il diciottenne Vincenzo Lancia a costruire quella prima automobile antesignana dell’industria tutt’oggi nota nel mondo intero per stile e qualità.

Il Dirigente